Autismo e preghiere

scemo-villaggio-globaleUn padre scrive a Salvo Di Grazia per sottoporgli la propria esperienza. Ogni commento è superfluo, perché Carmine spiega benissimo da sé cosa voglia dire fronteggiare una simile difficoltà. Il tutto mentre il Mondo divaga, a vanvera, su una miriade di bufale e fanfaluche sulle cause del disturbo. Si pensi quindi alle parole di Carmine quando si leggeranno su web le solite imbecillità che lo “scemo del villaggio di turno” posterà in materia di autismo o problematiche similari.

Buona lettura e, soprattutto, buone riflessioni…

 

“Caro Salvo,
mi chiamo Carmine, sono un chimico e ho la fortuna di fare il ricercatore per vivere. Credo fermamente nella scienza e, nel mio piccolo, ho cercato sempre di divulgarla in rete o partecipando ad iniziative come “Italia per la scienza”. Sono anche il papà di <<xxx>> cui a poco meno di 3 anni è stato diagnosticato un disturbo pervasivo dello sviluppo non altrimenti specificato. Dopo la  diagnosi si entra ne girone infernale dell’assistenza alle fasce deboli, delle commissioni miste ASL-INPS, delle lotte per cercare di dare a tuo figlio le terapie adeguate che lo possano rendere, un giorno, quanto più indipendente possibile.
Sembra incredibile, ma ad oggi, l’autismo non è una condizione riconosciuta dal SSN, la neurospichiatra che visita ogni 6 mesi mio figlio scrive ancora nel suo modulo come terapie: “Logopedia” e “Psicomotricità°” quando è ormai accettato unanimemente dalla comunità scientifica internazionale, da anni, che le terapie efficaci si basano su approcci cognitivo comportamentali come l’ABA .
I centri convenzionati con le ASL sono centri di medicina riabilitativa dove, spesso, il personale non è adeguatamente formato per trattare l’autismo, le maestre di sostegno, al netto della buona volontà sono anch’esse spesso impreparate. Non resta quindi che rivolgersi a questo o a quel privato, con grandi sacrifici economici e di tempo, per cercare la strada che può portare al massimo le potenzialità del tuo bambino. Ma anche qui è molto difficile orientarsi e nonostante abbia letto decine di libri non sono mai sicuro di fare la cosa giusta e di fare abbastanza per <<xxx>>.
Capita così di cercare il confronto con altri genitori, alcuni hanno rinunciato completamente ad una parvenza di vita normale per dedicarsi completamente a questa, che diciamolo, è una guerra continua contro un sistema che spreca tanti soldi inutilmente e che non mette al centro i bambini ma il mantenimento delle strutture burocratiche dedicate a questo scopo. Molti genitori, la stragrande maggioranza, parlano dei vaccini come colpevoli certi e vengono ammaliati dai vari cialtroni che sguazzano in questo pantano propinando rimedi omeopatici e diete senza glutine e caseina.
È un mondo molto triste, fatto di persone che vengono marginalizzate e umiliate dalla burocrazia statale e questo, a mio modo di vedere, contribuisce non poco alla diffusione di idee come la correlazione vaccini-autismo e all’alimentare il far-west delle terapie alternative. In fondo dare la colpa a quella puntura a cui sei stato obbligato a sottoporre il tuo bambino è più facile che  combattere contro questo apparato ottuso che non ti ascolta”.

 

Disclaimer: nessun commento è ammesso. La spiegazione qui

Annunci

No perditempo please

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: